Peeling

Il peeling chimico è un trattamento medico che stimola, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, l’esfoliazione ed il conseguente ricambio della pelle.image6

Essi inducono un effetto levigante e di ringiovanimento della pelle, migliorandone la compattezza e la luminosità, conferendo un aspetto visibilmente più giovane.
Il peeling chimico agisce nella pelle attraverso l’azione di vari meccanismi: stimola la rigenerazione (turnover) cellulare rimuovendo le cellule morte dello strato corneo (provocando una vera e propria accelerazione del ricambio cellulare che avviene già natur
almente nel derma), elimina le cellule della pelle danneggiate e degenerate, che sono quindi sostituite da cellule epidermiche normali; produce un’infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina, inducendo la rivitalizzazione e il ringiovanimento del derma mediante stimolazione dei fibroblasti con formazione di collagene. A seconda del punto d’azione, i peelings si classificano in peeling superficiali, medi e profondi.

Le principali patologie ed inestetismi che possono essere trattati con il peeling sono:

  • macchie cutanee
  • acne attiva, esiti ipercromici e/o cicatriziali da acne
  • rosacea
  • invecchiamento cutaneo
  • smagliature

Nel decorso post-peeling è indispensabile proteggersi in modo assoluto dal sole e dai raggi solari con prodotti consigliati dallo specialista che contengano schermi e filtri solari protettivi, per prevenire eventuali iperpigmentazioni post-infiammatorie.

Ogni seduta dura dai 10 minuti a 2 ore a seconda del tipo di peeling impiegato.

Le sedute sono settimanali, quindicinali o mensili per a seconda del tipo di peeling utilizzato.

 

 

Image 008