Come funziona

Emette luce a 10.600 nanometri infrarosso lontano. Il suo spettro di luce e’ assorbito prevalentemente dall’acqua, ecco perche’ grazie all’elevato contenuto idrico del corpo, puo’ agire come una lama da bisturi con il vantaggio che, durante il taglio, si effettua anche la coagulazione. Si possono effettuare inoltre interventi di dermoabrasione (Laser Resurfacing), asportazione quindi delle iperpigmentazioni e lesioni cutanee, sequele di acne, ecc.

Il laser CO2 trova un largo impiego nella terapia dermatologica. Puo’, infatti, essere utilizzato con effetti di taglio, vaporizzazione, coagulazione e di ipotizzata biostimolazione . la luce laser C02 Puo’ essere emessa in modo continuo, pulsato, superpulsato ed ultrapulsato, mentre, le modalita’ operative, possono essere in regime continuo, a singolo impulso o a impulsi ripetuti .laser co2

La presenza di un temporizzatore ad otturatore, inoltre, puo’ consentire di rendere discontinua l’emissione dei raggio, cosi’ da poter regolare elettronicamente il tempo di emissione dell’impulso (si parla in questo caso di laser temporizzato).

Il laser CO2 puo’ essere usato in modo localizzato o defocalizzato in base al punto focale e alla distanza dei manipolo dalla cute. Il trattamento laser puo’ essere effettuato ambulatoriamente ed utilizzando anestesia di contatto (una crema anestetica da collocarsi 1 ora prima del trattamento) o mediante infiltrazione di anestetico locale. Dopo il trattamento si utilizza una crema emolliente ed antibiotica. Il decorso post-trattamento prevede di lavare le aree trattate con acqua o un leggero disinfettante e di collocare delle pomate antibiotiche. Questa procedura andra’ effettuata piu’ volte durante il giorno. La cute durante i primi giorni apparira’ arrossata con delle aree di abrasione con fuoriuscita di siero. Tutto cio’ pero’ scomparira’ per lasciare il posto ad una cute piu’ lucida e rinnovata che inizialmente sara’ piu’ rosa per poi riacquistare la colorazione abituale.

Tutto questo processo comporta pero un lasso di tempo variabile di alcune settimane. In sto periodo non bisogna assolutamente esporsi alla luce solare e non utilizzare prodotti fotosensibilizzanti.

 

 

Image 008